Eventi

Lorem Ipsum is simply dummy text

24OTT

SAGRA ASPARAGO

Storia, tradizioni e gastronomia: a Montalto di Castro è tutto pronto per la Sagra dell’Asparago Verde, un appuntamento attraverso il quale per tre giorni – dal 22 al 24 maggio – la cittadina della Maremma Laziale si racconterà ai visitatori attraverso il prodotto principe del proprio territorio. Fra gli ortaggi più amati del periodo primaverile, l’asparago verde è il primo prodotto ad aver ottenuto, nel luglio 2003, il primo riconoscimento in Italia di qualità da parte di un organismo internazionale (DNV); usato un tempo per la preparazione di decotti e medicinali, oggi viene apprezzato in ogni angolo della Penisola grazie soprattutto agli Antichi Romani, i primi a scoprirne le virtù gastronomiche.

Dal primo al contorno “l’ortaggio del Re” sarà il grande protagonista della manifestazione in piazza Giacomo Matteotti: il piatto principe sarà l’acquacotta di asparagi con pane bruscato, patate, salcicce, ventresca, uova e carciofi; ma a deliziare i palati dei visitatori ci saranno anche i piatti tipici del territorio come lo spezzatino “buione” di cinghiale, lo stinco di maiale e le “pennette alla buttera” con olive, pomodorini e salciccia. Lo stand gastronomico aprirà ogni sera alle 19 e la domenica anche a pranzo a partire dalle 12.30, ma il ricco programma prevede una serie di appuntamenti che strizzano l’occhio agli amanti della cultura, delle tradizioni e a chiunque voglia scoprire Montalto di Castro e la sua storia, che affonda le radici in un passato magico e ricco di suggestioni: artisti di strada, laboratori didattici, spazi ludici e una mostra mercato di prodotti tipici e di artigianato faranno da contorno alla manifestazione, che vivrà momenti altamente spettacolari con gli sbandieratori, i fuochi pirotecnici e la musica dal vivo.

In occasione della Sagra sarà inoltre possibile visitare e scoprire le bellezze del territorio maremmano, a partire dal Parco Archeologico di Vulci che sarà raggiungibile con una comoda navetta; merita sicuramente una visita anche il territorio di Pescia Romana con il suo paesaggio rurale, la costa silenziosa e accogliente, i prodotti agricoli e i reperti storici, a partire dall’antico “Palazzo a strisce”, di edificazione incerta, e famosa “La Torre” che si ritiene sia stata edificata da Leone IV nel IX secolo, per difendere la costa dalle incursioni saracene.

LEAVE A COMMENT